mercoledì 16 ottobre 2013

Realizzare un portauovo - prima parte

Questo è il mio primo vero lavoro di intaglio del legno. O almeno è la prima cosa utile che ho realizzato. Le foto della realizzazione si riferiscono in realtà al secondo portauovo che sto realizzando e non al primo che è già terminato e potete vedere qui sotto durante "l'utilizzo".

La realizzazione di questo portauovo in legno non è eccessivamente complicata, ma per ottenere un risultato decente ci vuole un po' di tempo (almeno per me).

La descrizione di questo lavoro sarà suddivisa in due parti per non allungare eccessivamente gli articoli.

Questo è il portauovo una volta terminato:

portauovo

Il design è molto semplice e non è altro che un piattino con il supporto per l'uovo.

Per la realizzazione ho utilizzato:

  • una tavoletta di legno (tiglio) da 10x10x1cm
  • una tavoletta di legno (tiglio) da 5x5x1cm
  • compasso
  • coltellino da intaglio
  • coltellino da intaglio in punta di coltello
  • sgorbia dritta da 10
  • sgorbia a cucchiaio da 10
  • carta vetrata
  • finitura di cera a base d'acqua

Innanzitutto ho trovato il centro della tavoletta più grande e con il compasso ho disegnato un cerchio che arrivasse sin quasi al bordo. Poi con il coltellino da intaglio ho cominciato a togliere le parti in eccesso a piccoli pezzi alla volta.

portauovoportauovo

Per poter levigare al meglio il bordo del piattino ho lasciato un piccolo margine attorno al cerchio disegnato.

portauovo

Questo mi consente di ottenere una circonferenza estremamente levigata e regolare, anche se in questo modo ho dovuto lavorare di più con la carta vetrata.
Per utilizzare al meglio la carta, ne ho avvolto un pezzo attorno ad una stecca di legno di 1x1x10cm.

portauovo

A questo punto devo arrotondare il bordo inferiore del piattino, per dargli una forma più interessante.


Ho quindi realizzato un altro cerchio con il compasso nella parte inferiore, con diametro di circa 5mm inferiore rispetto alla dimensione del piattino.

Con la sgorbia ho poi cominciato a intagliare il bordo per avere una forma arrotondata. La forma curva della lama della sgorbia è un ottimo aiuto per ottenere una curvatura uniforme.

portauovo

Nella foto qui sopra potete vedere l'inizio del procedimento per ottenere il bordo inferiore.

Un'attenzione particolare bisogna averla quando si va ad intagliare nella direzione delle venature perché si rischia di togliere un pezzo troppo grosso in una sola volta, rovinando la curvatura del bordo.
Se non si vuole rischiare è meglio, quando si arriva ad un taglio parallelo alle venature, cambiare verso di intaglio, in modo da non essere più parallelo e non rischiare così di rovinare il lavoro.

In questo caso non è indispensabile lasciare un margine per la successiva levigatura, perché al limite cambierà leggermente il raggio, ma non si pregiudicherà l'aspetto finale.

Dopo avere ottenuto un bordo con curvatura sufficientemente uniforme si può passare alla carta vetrata per perfezionarlo e togliere ogni sbavatura o imperfezione che possono essere rimaste.

portauovo

Come si può notare, il risultato non è perfetto al 100%, ma in fondo questo è il bello degli oggetti fatti completamente a mano!

Come prossimo passo intendo realizzare una decorazione sulla parte posteriore del piattino. Non è una cosa indispensabile, visto che è la parte che si vede meno, ma secondo me contribuisce a rendere più bello il portauovo.

Per contro però ha il difetto di togliere qualche millimetro alla profondità dell'incavo che dovrà sostenere l'uovo.

Come prima cosa ho realizzato, utilizzando il compasso, la traccia degli intagli da realizzare.

portauovo

Poi sono passato all'intaglio in punta di coltello classico.

portauovoportauovo

Adesso non resta che occuparmi della parte superiore, quindi la realizzazione dello scasso del piattino, la decorazione interna, incollare il pezzo che farà da supporto ed effettuare l'alloggiamento per l'uovo.
Infine devo applicare la protezione al legno ed il gioco è fatto.

Vai alla seconda parte

Nessun commento:

Posta un commento