giovedì 22 maggio 2014

Scatola porta oggetti

Dopo essermi ritrovato per l'ennesima volta circondato da decine di monetine, mi sono reso conto che era ora di fare qualcosa per sistemarle... Ho deciso quindi di fare una scatola da mettere sul mobile per tenere insieme tutte le monete e riuscire a trovarle quando ne ho bisogno.

Ho preso un po' di misure e, recuperato il legno, mi sono messo all'opera. La costruzione è stata estremamente semplice e rapida e non starò qui a descrivere nel dettaglio come ho proceduto.

In questo post descriverò invece le varie fasi dell'intaglio per decorare la scatola.

Qui sotto potete vedere i vari pezzi di legno che ho utilizzato:


Tutto il legno è spesso circa 1 centimetro. Le due basi quadrate hanno il lato di 12 centimetri e quella a sinistra (che ho utilizzato come fondo) è in cirmolo, mentre tutto il resto è tiglio. La scelta del cirmolo è stata dettata sia dal fatto che ho poche tavolette di tiglio, mentre ne ho diverse in pino, sia dal desiderio di "spezzare" l'uniformità del tiglio con qualcosa di leggermente più scuro.
Infine i lati della scatola sono alti 5 centimetri, portando l'altezza totale della scatola chiusa a 7 centimetri circa.

Ecco come si presenta la scatola terminata:


Fatta la scatola mi sono messo a studiare il motivo da intagliare, sia per i bordi che per il coperchio. Potete trovare lo schema che ho utilizzato nella pagina dei disegni.

Innanzitutto ho riportato i disegni sul legno. Questa volta ho preferito rifarli direttamente con la matita e il righello, invece di utilizzare la carta grafite. In questo modo, anche se ho impiegato più tempo, ho ottenuto delle linee più fini e precise:


Ho proceduto realizzando un lato alla volta e lasciando per ultimo il coperchio della scatola che è anche la parte con l'intaglio più elaborato.

Ho preferito non disegnare tutti i lati in una volta sola per evitare che maneggiando la scatola per effettuare gli intagli su una faccia sbavasse o cancellasse gli schemi sulle altre.

Ecco alcune foto delle varie fasi di intaglio:


Un piccolo accorgimento tecnico (trovato su internet) per la realizzazione delle linee orizzontali in alto e in basso è l'utilizzo di un righello e di un cutter per realizzare una leggerissima (basta una frazione di millimetro) pre-incisione delle righe. Questo consentirà poi al coltellino di procedere sufficientemente dritto da realizzare delle buone incisioni.
Qui sotto potete vedere il lavoro su un altro lato. Si può notare bene che la scatola non è perfetta e il lato sinistra nelle foto sotto è leggermente curvo e non perpendicolare alla base. Non mi interessava fare una scatola assolutamente precisa, quindi ho considerato accettabile questo difetto.


Ecco il risultato da un altro punto di vista. prima e dopo l'applicazione dell'olio di lino che ho scelto di mettere come protezione:


Notate come l'olio mette in risalto l'intaglio e le venature del legno.

Adesso passiamo all'intaglio del coperchio. Qui sotto potete vedere il disegno riportato sul legno:


I dettagli in questo caso sono leggermente più minuti e bisogna quindi prestare maggiore attenzione, però il risultato lo trovo davvero bello.

Ecco il coperchio della scatola finito, prima e dopo l'olio di lino:


Infine qui sotto la scatola intagliata completamente finita:


Non è stato un lavoro particolarmente difficile, anche se qualche problema l'ho avuto (ad esempio in alcuni punti si sono tolti dei piccoli pezzi che non dovevano saltare via; per fortuna la cosa è poco visibile).

Come tecnica direi che sono abbastanza migliorato rispetto ai primi intagli da me eseguiti, ma ovviamente con la pratica le cose di solito migliorano...

Alla fine penso di essere più che soddisfatto di questo oggetto e credo che presto mi metterò ad intagliare qualche altra cosa!

3 commenti:

  1. una domanda... ma l'effetto scuro nell'intaglio è dovuto solo all'olio? perchè io ho usato dell'olio sintetico paglierino... ma il colore è uniforme, non c'è quel gioco di chiaro scuro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La finitura può cambiare moltissimo l'aspetto del legno. L'olio sintetico generalmente no fa variare molto il colore e quindi non mette nemmeno in evidenza le venature. L'olio di lino invece le fa risaltare moltissimo. L'unico difetto che ha è che il legno diventa anche opaco e in certi casi è utile dare qualche mano di cera o altre finiture lucide.
      Il legno influisce soprattutto sul disegno finale delle venature.

      Elimina
  2. ah.. la tovoletta è anche a me tiglio.. forse avrà le venature diverse... mah..

    RispondiElimina